Archivi tag: poesia

Parole sante

Mi affascina molto questa frase di Bill Gates:

Bill Gates: persone pigre

Bill Gates: persone pigre

La condivido pienamente, a testimonianza di questo vi propongo la mia poesia

“Lode alla pigrizia” ūüôā

Annunci

Lode alla Sensibilità

Sensibilità

Lode alla Sensibilità

 

Sei un dono ricevuto,
ti manifesti timidamente,
piano piano cresci e maturi.

Spesso sei confusa per fragilità,
sei considerata un difetto,
sei bistrattata,
sei oggetto di scherno.

In pochi ti sanno apprezzare,
pochi capiscono il tuo valore,
molti ti evitano, altri ti temono.

Grazie a te esiste la compassione,
l’amore, l’arte, la creativit√†.

Sei la fonte del bene,
liberi i sentimenti,
crei emozioni forti.

Io ti stimo, mi affascini.

Un tempo mi sono vergognato di possederti,
a volte ti ho represso,
ma ora voglio spezzare per sempre le catene
con cui gli altri ti hanno imprigionato.

Io ti libero perchè
tu possa illuminare la mia vita.

Licenza Creative Commons
Lode alla sensibilità by Simone Moretti is licensed under a Creative Commons Attribuzione РNon commerciale РNon opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at https://simonemoretti75.wordpress.com/2014/05/23/lode-alla-sensibilita/.

L’attenzione

papà-figlio

 

Ci sono sempre stato,
li vicino a te,
mentre crescevi,
mentre nascevi,
mentre dormivi,
mentre mangiavi,
mentre pensavi,
io ero li con te.

Silenzioso,
Rispettoso,
Ansioso,
Orgoglioso,
Fiero,
Gioioso.

Ricordo la prima volta che
ti ho preso in braccio.

Ricordo la prima volta che
hai preso la mia mano.

Ricordo il tuo primo pianto,
il tuo primo pasto,
il tuo primo raffreddore.

Oggi i tuoi occhi si sono posati su di me,
mi hai riconosciuto,
mi hai sorriso,
mi hai regalato la tua attenzione.

Finalmente esisto,
Finalmente sono,
finalmente ho un senso.

io sono Papà.

Licenza Creative Commons
L’attenzione by Simone Moretti is licensed under a Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at https://simonemoretti75.wordpress.com/2014/05/12/attenzione/.

Presto che √® tardi

Presto che è tardi

Presto che è tardi

E’ mattina, una sciacquata al volo, un caff√®, un vestito preso al buio nell’armadio.
Corri a prendere il treno,
corri a prendere la metro strapiena,
corri dall’uscita della metro all’ufficio.

Arrivati in ufficio.

Cominciamo.

Corri, sbrigati, c’√® una consegna.
Ma se mi sbrigo non posso fare un buon lavoro.
Non importa, bisogna consegnare per tempo, bisogna fatturare, sbrigati dai,
come viene viene tanto che ci capiscono.

Fatto.Consegnato.Fatturato. Evviva.

Ora possiamo tornare a casa.

Vai dall’uffico alla metro di corsa perch√® devi prendere il treno che non ti aspetta.
Prendi la metro strapiena, corri verso l’ultimo binario della stazione dove sta per partire il treno.
Viaggia in piedi attaccato alla gente che ha passato la tua stessa giornata.

Dalla stazione corri verso casa che il bambino deve mangiare.

Arrivati a casa.

Sciacquati le mani al volo, la pipi la farai dopo.

Dai da mangiare al bambino.
Sbrigati a cenare che c’√® ancora tanto da fare.
Non mangiare troppo che ti ingrassi, non mangiare di corsa che ti ingrassi,
non mangiare troppo piano perch√® c’√® da fare,
non mangiare poco che ti senti male.

Dai, dai, manca poco, dai.

Fai la doccia al bimbo, cambiagli il pannolino, mettigli il pigiamino, giocaci, fallo addormentare.

DORME.

Non mi dire che hai finito?
NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Sparecchia la tavola, prepara la lavastoviglie, lava a mano quello che non entra nella lavastoviglie.
Preparati il pranzo per domani.
Annaffia le piante.
Vai a farti la doccia perchè domani ti devi sbrigare.

Abbassa le serrande, chiudi la porta, rimbocca le coperte al bimbo.
Mettiti a letto, spegni la luce.

E anche oggi abbiamo finito.

OPPPSSS, dimenticavo: Buona notte, amore.

Buona notte? Non ci siamo visti tutto il giorno,
a cena non hai spiccicato parola, hai avuto il muso tutta la sera e adesso tutto quello che hai da dire è buona notte?
Ma cara, sono stanco.
Stanco? Sei sempre stanco, che avrai fatto mai?
Dormi va, che è meglio.
E ricordati che domani è un altro giorno.
NOTTE.

Licenza Creative Commons
Presto che è tardi by Simone Moretti is licensed under a Creative Commons Attribuzione РNon commerciale РNon opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at https://simonemoretti75.wordpress.com/2013/11/22/presto-che-e-tardi/.

Il guerriero stanco

Il guerriero stanco

Il guerriero stanco

Una folata di vento bastava per ergerti a maestrale
Sempre pronto eri a brandire l’arma
In prima fila ti trovavo, sempre vigile e all’attenti

Imponente, irriverente, strafottente e incazzato

Bei tempi che furono,
battaglie vinte, gloria, gioia,
appagamento

Oggi tu vivi nel ricordo di quel passato maestoso
Una ultima folata aspetti prima di abbassare per sempre il capo.

Licenza Creative Commons
Il guerriero by Simone Moretti is licensed under a Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at https://simonemoretti75.wordpress.com/2013/11/06/il-guerriero/.

LODE ALLA PIGRIZIA

Lode alla pigrizia

Lode alla pigrizia

C’√® chi te odia
e c’√® chi te ama

C’√® chi te loda
e c’√® chi te sbroda

Che chi te evita
e c’√® chi t’accoglie

Nun c’√® nessuno che te cerca
quelli per√≤ t’aspettano

C’√® chi te bistratta
ma te invidia

C’√® chi te scansa
ma a fatica

C’√® chi pentito
te chiede scusa

C’√® chi te nasconde
dentro casa

C’√® chi te decanta
senza remora alcuna

Ed è per questo che
io lo proclamo:

Pigrizia io ti amo

Ad odiarti sarei un PAZZO,
è per questo che nun
ciò voja de fa un CAZZO

Licenza Creative Commons
Lode alla pigrizia by Simone Moretti is licensed under a Creative Commons Attribuzione РNon commerciale РNon opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at https://simonemoretti75.wordpress.com/2013/09/05/lode-alla-pigrizia/.

Nun me và

Nun me và

Nun me và

Dice che sei pigro,
che nun te va de lavorà,
che sei addopiato,

Dice che sei svogliato,
disinteressato,depresso,
perennemente incazzato,

Dice che te dovresti d√† da f√† de pi√Ļ,
che dovresti partecipà attivamente,
che dovresti annà via piu tardi a sera,

Dice che dovresti esse gratificato,
che dovresti esse appagato,
che dovresti ringrazi√† er Signore se c’hai un lavoro,

Dice che sei un sognatore,
che er monno che desideri nun esisterà mai,
che te dovresti accontentà,

Dice tante cose,
ma quante cose dice,
io invece ve dico na cosa sola:

Ma annatevene a fanculo voi e
tutte le stronzate che dite

Licenza Creative Commons
Nun me và by Simone Moretti is licensed under a Creative Commons Attribuzione РNon commerciale РNon opere derivate 3.0 Italia License.
Based on a work at https://simonemoretti75.wordpress.com/2013/09/05/nun-me-va/.