Archivi tag: informatica

Il mercato dei programmatori

Buongiorno, vorrei un chilo di programmatori dotnet front-end, due chili di programmatori Java back-end, mezzo chilo di programmatori T-SQL e due etti di programmatori Angular JS.

Vi è mai capitato di leggere degli annunci di lavoro che hanno a che fare con il mondo dell’Informatica?

Continua a leggere

Annunci

Programmazione: Si stava meglio quando si stava peggio?

In questi giorni sono assorto in una profonda riflessione:

Si stava meglio anni fa quando il programmatore doveva conoscere solo poche librerie per poter sviluppare o si sta meglio adesso che il programmatore deve conoscere decine e decine di librerie per poter scrivere software al passo coi tempi?

Proviamo ad analizzare i pro e i contro tra il mondo della programmazione di dieci anni fa e quello di adesso.

Programmazione di dieci anni fa:
Pro:
1) i programmatori non dovevano gestire un grande know-how quindi i tempi di formazione e soprattutto di aggiornamento delle competenze erano brevi;
2) le aziende non dovevano investire molto sulla formazione del dipendente
Contro:
1) Si dovevano scrivere programmi composti da decine di migliaia di righe di codice
2) Le besti practices non erano molto diffuse quindi mancavano degli standard di programmazione professionali

Programmazione di oggi:
Pro:
1) Avendo a disposizione librerie molto avanzate si riesce a implementare programmi migliori e con molto meno codice rispetto a dieci anni fa
2) Grazie a internet è diffuso il know-how e gli standard qualitativi dei software sono più alti
Contro:
1) I tempi di formazione e soprattutto di aggiornamento delle competenze sono notevolmente aumentati perchè le continue evoluzioni delle tecnologie costringono i programmatori a dover studiare continuamente le novità per stare a passo con i tempi (le aziende non investono sulla formazione e i programmatori devono fare auto-formazione nel poco tempo che hanno a disposizione)
2) Allestire dei team di sviluppo diventa sempre più difficile perchè le risorse a disposizione spesso non sono skillate perchè non a passo con le tecnologie del momento
3) i tempi di startup dei progetti si allungano sia per trovare le risorse skillate (le aziende non assumono più perchè costa meno trovare il know-how  fuori dell’azienda) sia per consentire alle risorse trovate di fare esperienza sulla nuova tecnologia appena uscita (e non esente da bug)

Da questa breve riflessione il mio convincimento personale è che si stava meglio prima perchè:

1) Ci si mette di meno a scrivere decine di migliaia di righe di codice che a formarsi continuamente sulle nuove tecnologie, ricordiamoci che una delle più grandi invenzioni dell’informatica è il copia ed incolla  e dopo qualche anno di esperienza lavorativa tutti avevano i propri frammenti di codice da riutilizzare. Alla fine su decine di migliaia di righe di codice la percentuale di righe di codice scritto ex-novo era relativamente bassa.
2) Le aziende assumevano di più perchè non rischiavano, come oggi, di avere programmatori obsoleti dopo tre anni;
3) Chi si affacciava al mondo della programmazione non aveva la sensazione di dover scalare l’EVEREST

La mia chiaramente vuole essere una provocazione il cui scopo è mettere in evidenza che tutto questo affannarsi verso il progresso tecnologico/informatico ha i suoi pro e i suoi contro. Stiamo raggiungendo la possibilità di sviluppare software interplanetari ma rischiamo di avere solo una nicchia di eletti con il know-how necessario e milioni di precari che si devono arrabbattare per scrivere quella riga di codice al passo coi tempi.

Dopo questo sfogo vi devo proprio salutare perchè devo dedicare la mia pausa pranzo allo studio delle nuove tecnologie (ASP.NET MVC 4, LINQ, ENTITY FRAMEWORK 5, Silverlight 4, JQuery, Windows Azure, SQL SERVER 2012, Windows Phone 8, COBOL for STAR WARS, ecc. , ecc., ecc.).

E’ proprio vero che noi programmatori mangiamo pane e informatica 🙂
Simone Moretti

Simone Moretti è l’autore della collana “Guida al Self-Publishing”.

La collana “Guida al Self-Publishing” è composta dai seguenti cinque volumi:
VOL.1: Creiamo un eBook con Kindle Direct Publishing
VOL.2: Creiamo un libro cartaceo con CreateSpace
VOL.3: Creiamo libri cartacei ed ebook con Lulu
VOL.4: Promuovere un libro con il social media marketing
VOL.5: Self-Publishing: Guida Completa

Creiamo un eBook con Kindle Direct Publishing

Creiamo un eBook con Kindle Direct Publishing

Creiamo un libro cartaceo con CreateSpace

Creiamo un libro cartaceo con CreateSpace

Creiamo libri cartacei ed ebook con Lulu

Creiamo libri cartacei ed ebook con Lulu

Promuovere un libro con il social media marketing

Promuovere un libro con il social media marketing

Self-Publishing: Guida Completa

Self-Publishing: Guida Completa

Certificazione Microsoft: MCPD Web Developer 4

Aggiungo alla mia collezione di certificazioni Microsoft la ambitissima e da me a lungo desiderata MCPD Web Developer 4

MCPD Web Developer 4

MCPD Web Developer 4

Che ho acquisito assieme alle certificazioni:

Microsoft Certified Technology Specialist: .Net Framework 4, Data Access
Microsoft Certified Technology Specialist: .Net Framework 4, Service Comunication Applications
Microsoft Certified Technology Specialist: .Net Framework 4, Web Applications

 

Inutile dire che sono molto contento per questo traguardo raggiunto perchè queste certificazioni dimostrano la mia professionalità e i sacrifici fatti per raggiungere questi obiettivi.